Saturday, February 6, 2016

Is Italian easier than Chinese? What's the most difficult aspect of the language? And how do Italians use collective nouns?



Today you are going to learn what are the most difficult aspects of learning Italian.

Is it considered to be a difficult language? If yes, why

You will also learn how to properly use collective nouns in Italian, avoiding common mistakes.

Read the article below, compare it to the source provided at the end to see how I've translated words and expressions, then read my final tips and test your knowledge with a short exercise. 


Quali sono gli aspetti più difficili nell'imparare l'italiano?

Uno dei miti più diffusi sull'apprendimento delle lingue è che una lingua sia più difficile da imparare che un'altra. Lo studio delle lingue è molto relativo e il successo che si ottiene nell'affrontare la sfida dipende interamente dall'atteggiamento che si ha, dal contesto, dalla dedizione e possibilmente, dalle altre lingue che si parlano già.

Ci sono tantissimi commenti scatenati che corrono a briglia sciolta nel mondo dell'apprendimento delle lingue; commenti che non sono supportati da uno studio approfondito o scientificamente. Commenti tipo, "il cinese è più difficile da imparare dell'italiano, specie per i parlanti nativi di inglese," sono basati solamente sul sentito dire e su pregiudizi. È vero che l'italiano utilizza un alfabeto scritto praticamente identico a quello inglese e che il cinese è una lingua che usa una tipologia di calligrafia completamente diversa, ma ciò non vuol dire che per i parlanti inglesi nativi l'italiano sarà necessariamente così tanto più facile da imparare.  

In maniera simile, sarebbe alquanto irragionevole dare per scontato che i parlanti spagnoli nativi abbiano molta facilità nell'imparare l'italiano solo perché sono entrambe lingue a base latina e perché alcuni verbi hanno un suono molto simile. In effetti, a volte, quando una lingua straniera è molto simile ad una lingua che conosciamo già, o alla nostra lingua madre, l'apprendimento di quella lingua straniera può diventare più complesso dato che tendiamo a confondere le due lingue. A volte, il fatto che una lingua straniera sia molto diversa dalla nostra lingua madre può davvero essere agevolare le cose, perché ci aiuta a tenere le due lingue separate e ad imparare la nuova lingua con maggior precisione.

In breve, l'aspetto più difficile dell'apprendimento dell'Italiano consiste nel superare l'assunto che imparare l'italiano, o qualsiasi altra lingua per quel che vale, sia difficile. Una mentalità aperta, dedizione su base regolare, tante opportunità per far pratica ed un vero desiderio di imparare è tutto ciò di cui hai bisogno per riuscire ad apprendere l'italiano, non importa quale sia la tua lingua madre.

Detto questo...

Le ricerche dimostrano che una delle sfide più importanti che molti studenti di italiano affrontano è il difficile compito di acquisire i tempi e l'aspetto. È, a quanto pare, molto più semplice acquisire conoscenze sul presente perfetto in primo luogo, per poi acquisire competenze sul tempo imperfetto più avanti. I madrelingua inglesi trovano la scelta tra il tempo perfetto e quello imperfetto in italiano più difficoltosa di ogni altro aspetto dello studio della lingua italiana, o perlomeno è quello che rivelano gli studi.

Ci sono dei metodi per superare la cosa attraverso metodologie di insegnamento che si focalizzano sul fornire esempi di narrativa che chiariscono il contesto d'uso dei tempi perfetti ed imperfetti, ma lo studio dell'imperfetto e del suo utilizzo è a quanto pare un po' più complesso dell'utilizzo del passato prossimo nel contesto appropriato.


Imparare l'italiano è facile, o così si dice

Il British Foreign Office ha condotto uno studio linguistico interessante, individuando nel basco una delle lingue più difficili da imparare al mondo; una lingua parlata in alcune parti della Spagna e della Francia. Il basco era seguito nello studio dall'ungherese, con 35 casi o forme nominali da conquistare, e sia il tedesco che il russo erano in lizza a causa del loro complesso sistema di punteggiatura. L'italiano non veniva citati da nessuna parte nella lista delle lingue più difficili da imparare.

In effetti, l'Istituto per la Difesa della Lingua (The Defense Language Institute) di Monterey, in California ha suddiviso la lista di lingue che offre in quattro gruppi distinti, classificandole da facili da impare a difficili. L'italiano è stato inserito nel primo gruppo di lingue (il gruppo che a quanto pare conteneva le lingue più facili da imparare) assieme all'afrikaans, il danese, l'olandese, il francese, il creolo haitiano, il norvegese, il portoghese, il romeno, lo spagnolo, lo swahili e lo svedese. L'italiano è davvero così facile da imparare? O lo è solo per il fatto che è più comune studiare l'italiano e, grazie alle radici latine, molte persone danno per scontato che deve per forza di cose essere più facile di robe come il cinese e il giapponese, per esempio?

Qual è la verità?

La verità della questione è che imparare l'italiano non è né semplice né difficile. Potrà anche avere un tempo presente perfetto difficile da afferrare e potrà anche dare del filo da torcere agli studenti quando si tratta di capire quando utilizzare il tempo imperfetto, ma l'italiano è tanto facile o difficile quanto qualsiasi altra lingua al mondo. Ogni individuo troverà alcuni aspetti della lingua più o meno difficili da capire e c'è probabilmente un un folto gruppo di patiti delle lingue convinti che l'italiano sia molto più complesso del cinese, per loro una passeggiata. 

L'aspetto più difficile nello studio dell'italiano, come per ogni altra lingua, consiste nel superare la paura di impararlo.  

Link all'articolo originale: What are the most difficult aspects of learning Italian?
Autrice: Tracey Chandler
Traduttore: Alexandro Piccione
-----------------------------------------------------------------------
SPEAK ITALIAN LIKE A PRO - TIP #21 

in Italian, collective nouns (the police, the government, the population, the staff ecc.) are always reffered to as a single entity

A sentence like:

The government are doing nothing  

can only be translated as:

Il governo non sta facendo nulla (verb: stare - third-person singular)

Never translate as:

Il governo non stanno facendo nulla (verb: stare - third-person plural)

Notice how in the above translation I used ha suddiviso (verb: avere - third-person singular) for an action made by an institute.


The police are always busy  

becomes then:

La polizia è sempre occupata

Of course, If in Italian we are talking about multiple entites (such as gli istituti or i governi) you must use the plural form.

----------------------------------------------------------------------- 

PUT YOUR ITALIAN TO TEST - EXERCISE #21

Let's see if my tips were sufficiently clear. Fill in the gaps using the verb in brakets correctly conjugated and post the outcome in the comment section so that I can give you a feedback:

La polizia (stare) ___ lavorando sempre meno da quando i governi (avere) ____ tagliato i fondi. Il governo italiano (chiedere) ___ l'intervento di uno staff specializzato che (dovere) ____ studiare la faccenda a fondo per trovare una soluzione adeguata. 
-----------------------------------------------------------------------

If you have any questions or you just want to chat, feel free to leave a comment in English or Italian. See you next week.

Per ogni eventuale domanda o considerazione sulla traduzione ti invito a lasciare un commento in lingua italiana o inglese. Alla prossima settimana.

No comments:

Post a Comment