Saturday, November 28, 2015

3 parole italiane comunemente utilizzate che ogni principiante dovrebbe conoscere

Link all'articolo originale: 3 Commonly Used Italian Words Every Beginner Should Know
Autrice: Lindsay
Traduttore: Alexandro Piccione

Un paio di mesi fa, ho chiesto a chi di voi è nella mia mailing list (potete iscrivervi da qui!) quali lingue state studiando al momento. L'ho fatto per proporvi contenuto migliore e mirato a voi e ai vostri bisogni del momento. 

 Tanti di voi hanno detto di star studiando italiano, che è una lingua che ho studiato ma anche una lingua che siede in un angolo polveroso del mio cervello, coperta da ragnatele.

Ho quindi invitato la fantastica blogger della lingua italiana Cher Hale di The Iceberg Project (Il Progetto Iceberg) a condividere alcune parole italiane comunemente utilizzate. Vi lascio nelle sue fidate mani. 


Quando si inizia ad imparare l'italiano, può sembrare che ci siano cento e più cose da imparare contemporaneamente.

Ci sono le desinenze dei verbi, vocaboli molto stranieri dai suoni splendidi, divertenti curiosità culturali, e senza dubbio, la grammatica, o il modo in cui tutte le parole che state imparando vanno assieme per formare qualcosa che ha senso all'orecchio di un parlante nativo. 

Naturalmente, le vostre prime frasi in italiano saranno brevi e semplici.

"Sono americano. Mi piace leggere. Altro tiramisù, per piacere."

Tuttavia, si può apparire più naturali e dunque sentirsi più sicuri di sé quando si sta parlando italiano aggiungendo una manciata di parole italiane comunemente utilizzate nella propria lista.

Sto parlando di parole chiamate connettivi.

Le paroline tipo "poi", "quindi", e "tuttavia" che impediscono alle vostre frasi di sembrare così innaturali e diverse da voi.

Ci sono quelle base, tipo "perché?", "o", "e", o "ma".

Sono fantastiche, ma non riescono a collegare qualsiasi frase, quindi quali parole italiane comunemente utilizzate possono riuscirci? Diamo un'occhiata a 3 brillanti esempi in questo post.

3 PAROLE ITALIANE COMUNEMENTE UTILIZZATE
 
  Quindi - So (in inglese)  
 
Dopo soli dieci minuti di lezioni di italiano livello intermedio, il mio insegnante aveva già proferito dieci "quindi" mentre parlava rapidamente in italiano.

(È un "quindi" al minuto!)

Non appena sono tornata nella mia stanza del dormitorio, ho aperto WordReference e ho imparato che "quindi"  vuol dire "so", "then" e "therefore."

"So" è la maniera più semplice di metterla.

 Ecco alcuni esempi su come lo si può utilizzare:

Amo la cultura italiana, quindi sto imparando l’italiano. – I love Italian culture, SO I’m learning Italian.

Mi sono innamorato di una ragazza italiana, quindi mi trasferisco in Italia. – I fell in love with an Italian girl, SO I’m moving to Italy.

Lindsay adora imparare le lingue, quindi ha iniziato un sito per coloro che vogliono imparare un’altra lingua. – Lindsay adores learning languages, so she started a website for those who want to learn another language.


  Allora - So, Then, Well (in inglese)

Se siedi nella panchina di una piazza italiana ad origliare per qualche ora, scommetto che sentirai utilizzare la parola "allora" almeno una volta ogni cinque minuti. 

È incredibilmente comune e diversificata, il che rende imperativo il suo apprendimento.

Potrei scrivere un minuscolo libro su tutti gli utilizzi di "allora", ma per semplicità, ecco i modi più comuni di utilizzarla:

Allora, ecco il programma di oggi. – SO, here’s the plan for today.

In questo caso, “allora” è utilizzato per introdurre una spiegazione.

Ci vediamo, allora! – We’ll see each other THEN!

In questa frase, “allora” è utilizzato per fissare un tempo futuro. 

Ok, allora, che facciamo? – Ok, WELL, what are we doing?
 
 In questo esempio, "allora" è utilizzato per introdurre una domanda, ed è probabilmente usato in questo modo dopo una conversazione su dei piani che non hanno portato a nessuna decisione.

Se vuoi imparare l’italiano, allora dovrai studiare ogni giorno. – If you want to learn Italian, THEN you should study every day.

Qui, "allora"  viene utilizzato come connettivo in una dichiarazione del tipo "if...then".

  Poi - Then (in inglese)

Se vai in un negozio qualsiasi in Italia dove devi chiedere aiuto a qualcuno per prendere il pane, formaggio, dessert, ecc., sentirai la frase "E poi?" dopo aver ordinato il tuo primo prodotto.

Ciò significa solo "And then?"

Oltre ad essere utilizzato in contesti di mercato, è anche un fantastico connettivo per creare liste brevi o per descrivere una serie di eventi.

 Andiamo in Toscana e poi facciamo un giro in Umbria. – We’re going to Tuscany and then, we’re taking a short trip to Umbria.

Vorrei due cornetti vuoti, e poi…un caffè. – I would like two plain croissants, and then…an espresso.

E poi mi ha baciato! – And then, he kissed me!

Ecco un paio di altri connettivi comuni di cui potresti aver bisogno:

Comunque – However, anyway
(Pero) Però (usato come sinonimo di “ma”)

Cher ha anche gentilmente collaborato con me per mettere assieme un PDF introduttivo per chi di voi è interessato a cominciare ad imparare l'italiano. Lo abbiamo chiamato Getting to Grips with Italian (Cominciare ad Afferrare l'italiano) ed è a vostra disposizione in maniera totalmente gratuita dopo che vi sarete iscritti alla mailing list di Lindsay Does Languages, cliccando qui. Otterrete anche il pieno accesso alla nostra biblioteca di risorse in continua espansione. Hurrà! 

Un ringraziamento a Cher per aver condiviso una così bella spiegazione! Sono sicura che essa aiuterà tanti principianti d'italiano a migliorare le proprie prestazioni con questa bellissima lingua.

Per trovare ulteriori informazioni su Cher e The Iceberg Project, date un'occhiata al suo blog qui.

Simili: 9 Motivi per Imparare l'Italiano

Hai già sentito o utilizzato alcune di queste parole italiane comunemente utilizzate? Che altri connettivi hai imparato? Condividi nei commenti!

P.S. Se vuoi supportare Lindsay Does Languages, Ti invierò un enorme abbraccio virtuale se spenderai 2 minuti per votarmi nell'Europass Viral Video Competition (Competizione Video Virale di Europass), (film: Looking For Work Abroad - Cercasi Lavoro All'Estero) e nei Blogger's Lounge Blog Awards (categoria: Vlogger of the Year - Vlogger dell'Anno).

Vi mando un grande abbraccio attraverso la rete! Grazie!

 

-----------------------------------------------------------------------

FINE ARTICOLO 

L'Angolo del traduttore #6

L'importanza dell'accento e dell'apostrofo in italiano

In italiano l'accento ha un'importanza fondamentale per distinguere coppie di parole.

Nell'articolo tradotto in alto, l'autrice scrive per errore Pero invece di Però.  

La presenza dell'accento cambia totalmente il significato della parola:

  • Pero: Pear Tree / Wood
  • Però: But, Yet, However  
 L'esempio più comune è il seguente:

  • È: It is, He is, She is
  • E: And

Ecco un altro esempio, stavolta con l'apostrofo:

  • Po': Little, Small amount
  • Po: Po River
L'accento e l'apostrofo hanno dunque una funzione molto importante in italiano, e vanno utilizzati con attenzione.

-----------------------------------------------------------------------

Per ogni eventuale domanda o considerazione sulla traduzione ti invito a lasciare un commento in lingua italiana o inglese. Buono studio e alla prossima settimana.












No comments:

Post a Comment