Saturday, October 17, 2015

La Guida Completa per Non Abbandonare Mai più Nulla




 Autore: Sean Kim
Traduttore: Alexandro Piccione
   
La verità  è che tanta gente può diventare brava in quasi qualsiasi cosa.  

Tuttavia, molti di noi abbandonano prima di arrivare al traguardo. Perché?



La frustrazione e la mancanza di persistenza sono alcune tra le principali ragioni per cui non padroneggiamo le abilità che vogliamo acquisire; come imparare una lingua, suonare uno strumento, o essere dei grandi cuochi.


Perché Molliamo

Tanti di noi si arrendono prima o durante quello che Seth Godin chiama “Il Calo.”


Secondo Godin esistono:


Cinque Ragioni per Cui Potresti Non Diventare il Migliore al Mondo

1.       Non hai più tempo (e molli) 
2.       Non hai più soldi (e molli) 
3.       Ti impaurisci (e molli) 
4.       Non la prendi seriamente (e molli) 
5.       Perdi interesse (e molli) 

Per superare queste barriere di frustrazione, ecco sei potenti metodi per diventare più persistenti e raggiungere i propri obbiettivi.


Come andare oltre
1.  Fissati Un Obbiettivo Più Grande
Dopo Aver Raggiunto Un Obiettivo Significativo, Non Sarai Più La Stessa Persona Che Eri All’Inizio Del Tuo Viaggio.

Non basta solo avere un obbiettivo. Devi avere una motivazione.


Come abbiamo scritto nel nostro articolo sul raggiungimento di qualsiasi obbiettivo nella vita, fissarsi un obbiettivo di per sé è raramente sostenibile, dato che verrai inevitabilmente sbattuto a terra.


Più grande è l’obbiettivo fissato, più motivazione e persistenza avrai nell’andare avanti. Possiamo solitamente dare di più sapendo che altri dipendono da noi, che sia la famiglia, gli amici, i clienti, o il pubblico.


Quando si dipende da fattori esterni per trovare la motivazione, questa si chiama La Mentalità Gazzella. Questo perché una gazzella corre ad una velocità uguale a quella del leone che la sta cacciando. Se il leone si ferma, anche la gazzella lo fa.


Avere un obbiettivo più grande creerà una motivazione al tuo interno  che ti permettera di diventare il leone, non la gazzella.


Ciò vuol dire che dovresti:


Imparare una lingua, non solo per parlare spagnolo, ma per avere un legame più profondo con la tua famiglia.

Imparare a diventare un imprenditore migliore, non solo per far crescere il tuo business, ma per sostenere la tua famiglia e i più cari.

Imparare a cucinare, non per far colpo sui tuoi amici, ma per condurre una vita più salutare e felice.


Passare da un obbiettivo egoistico ad una motivazione più grande che influisce su quelli che ami ti aiuta a focalizzarti sui risultati che otterrai, invece che sulla difficoltà.


“Trova Qualcosa Più Importante di Te Stesso.” – Dan Dennett, Filosofo
2.  Circondati Di Quelli Ce L'Hanno Fatta
Pensi di essere troppo vecchio per imparare una lingua?

E se ti dicessi che ci sono migliaia di dirigenti cinquantenni, che non hanno né la giovinezza né il tempo, ma che diventano fluenti ogni settimana?


Pensi  che “i tuoi cattivi geni” si stiano intromettendo nel tuo voler perdere peso?

Che mi dici allora delle persone sovrappeso che perdono più di 20 chili in un anno?



Essere più persistenti nei tuoi obbiettivi inizia da te, e devi credere che sia possibile. La maniera più efficace per farlo è di immergersi con persone che hanno raggiunto il traguardo nel percorso che hai intrapreso.



Pensa al miglio in quattro minuti di Roger Bannister. Prima del 1954, nessuno aveva mai percorso un miglio in meno di quattro minuti. All’improvviso, a malappena un anno dopo il risultato di Bannister, qualcun’altro ha percorso un miglio in meno di quattro minuti. È diventato a tal punto un traguardo di routine che più di 20.000 persone lo hanno oggi raggiunto, persino studenti delle scuole superiori.



Questo è il potere di un po’ di asserzione e sicurezza. Quando si conosce qualcuno che lo ha già fatto, si capisce che è possibile. Come spiegano gli scienziati, quando si ha un obbiettivo chiaramente definito, con uno stato di certezza del suo raggiungimento, si va ad influenzare un sistema nel proprio corpo chiamato sistema di attivazione reticolare (RAS, dall’inglese), che aiuta il nostro cervello a decidere su quale informazione focalizzarsi e cosa cancellare. 


Per tutta risposta, ci si sofferma maggiormente su cose che aiutano a raggiungere quello che vogliamo, cose che altrimenti non avremmo mai notato.


Che sia la ricerca di un mentore, un maestro, un gruppo di menti superiori o un compagno di malefatte, andrai molto più lontano in compagnia piuttosto che da solo.


“Se Vuoi Andare Veloce, Va Da Solo. Se Vuoi Andare Lontano, Va In Compagnia.”
3.  Sviluppa Una Mentalità Di Crescita
Spesso è il nostro ego a mettersi in mezzo tra noi e i nostri obbiettivi. Quando smettiamo di cercare di provare noi stessi agli altri, smettiamo di proteggere il nostro ego, e ci focalizziamo invece nel migliorare davvero la competenza in questione.



Questo è quello che il ricercatore della Stanford University e autore di Mindset, Carlo Dweck, chiama la “Mentalità della Crescita.” Paragonata alla “Mentalità Fissa” nella quale una persona cerca il successo come affermazione di intelligenza, una mentalità di crescita prospera  nelle sfide e vede il fallimento non come prova di mancanza di intelligenza ma come un catalizzatore per la crescita e lo sviluppo al di là delle nostre abilità preesistenti.



Dopo vent’anni di ricerca, Dweck ha concluso che coloro che avevano una mentalità della crescita portavano avanti delle relazioni più felici, ottenevano maggior successo in aula, ed erano molto più persistenti nelle sfide.



Un altro grafico di James Clear illustra questo punto attraverso gli strati di cambio comportamentale. Un cambiamento sostenibile e duraturo inizia con la costruzione di una migliore identità, e non focalizzandosi sui risultati come le prestazioni e l’aspetto.



Un processo costante è più importante di prestazioni costanti.

4.  Organizza
Ricercando le abitudini di successo di oltre 200 miliardari, atleti olimpionici ed imprenditori, Kevin Kruse sostiene che nessuno di loro ha menzionato una lista di cose da fare.



Secondo Kruse, ci sono alcune debolezze chiave in una lista di cose da fare:



  • Non tiene conto del tempo. Quando abbiamo una lunga lista di faccende, tendiamo ad affrontare quelle che possono essere completate rapidamente nell’arco di pochi minuti, tralasciando i compiti più lunghi. Il ricercatore dell’azienda iDoneThis indica che il 41 per cento di tutti gli oggetti delle liste di cose da fare non viene mai completato!
  • Non fa distinzione tra urgenza e importanza. Ancora una volta, il nostro impulso è di combattere l’urgente ed ignorare l’importante. (Sei in ritardo per la tua prossima colonscopia o mammografia?)
  • Contribuisce allo stress. In quel che è conosciuto come l’effetto Zeigarnik, i compiti non completati contribuiscono a pensieri intrusivi e incontrollati. Non è un caso che ci sentiamo sopraffatti durante il giorno per poi combattere l’insonnia la notte.
Dovresti invece usare un calendario per programmare le tue priorità e compiti.



Un programma ti aiuta a dare priorità a quello che devi fare, come memorizzare 30 parole al giorno o ripassare lo spagnolo la mattina, e tiene in conto anche il tempo. 

1.  Prendi nota dei tuoi compiti da svolgere (per ogni volata che hai annotato)
Nella lezione precedente, abbiamo preso nota di brevi obiettivi in volata che ti eri prefissato. Ripensa a quelle volate e seleziona un compito da svolgere



Per esempio, se la tua prima volata è di aver una conversazione di 60 secondi in spagnolo con qualcuno, la tua azione da svolgere potrebbe essere dunque di memorizzare 20 delle parole più comuni ogni giorno.


2.  Individua il tuo tempo libero
Potresti inserirlo prima di lavorare al mattino, durante l’ora di pranzo, o la sera dopo il lavoro. Prova a mantenere questo tempo libero nello stesso periodo durante la settimana, dato che ti aiuterà a creare una normale routine.


3.  Aggiungi uno spazio di 15-30 minuti
I piani cambiano sempre: potresti svegliarti più tardi del solito, tornare tardi a casa dal lavoro, o imbatterti in una dozzina di altri eventi che potrebbero inaspettatamente presentarsi.



La tendenza più comune che abbiamo è di arrenderci dopo aver saltato uno o due eventi programmati a causa di una mancanza di costanza, ma non lasciare che ciò accada a te!



Se sei un tipo poco costante, aggiungere dunque 30 minuti di spazio vuoto è probabilmente la cosa migliore. Se sei abbastanza costante, 15 minuti dovrebbero essere sufficienti.


4.  Compiti ad alta priorità
Invece di concentrarti su svariati compiti, raccomandiamo di sceglierne uno ad alta priorità, specie nelle tue prime volate. Ciò ti aiuterà a concentrarti senza sovraccaricaricamenti.



Dalla tua lista di compiti da svolgere, seleziona il compito che puoi svolgere in ciascuna volata con il maggiore impatto nel raggiungimento del tuo obiettivo, e svolgi solo quello.


5.  Imposta un promemoria
Siamo tutti sbadati, e avere dei promemoria ti aiuteràspecie agli inizi a stare al passo.



Per impostare dei promemoria di notifica, vai sul tuo calendario e clicca su “Modifica Notifiche”.


Da qui, puoi impostare dei pop-up sul tuo desktop precedenti all'evento.



“La Chiave Sta Nel Non Dare Priorità a Quello Che Hai In Programma, Ma Nel Programmare Invece Le Tue Priorità.” – Stephen Covey
5.  Insegna Agli Altri
La maniera più veloce ed efficace di ricordare ed imparare qualsiasi cosa nella vita è di applicare direttamente la nozione acquisita in una circostanza concreta, o insegnarla a qualcun’altro.



Come mostrano le ricerche, sembra che le persone ricordino:



5 per cento di quanto imparano quando hanno imparato da una lezione.
10 per cento di quanto imparano quando hanno imparato dalla lettura.  
20 per cento di quanto imparano da uno strumento audio-visivo.
30 per cento di quanto imparano quando vedono una dimostrazione.  
50 per cento di quanto imparano quando coinvolti in una discussion di gruppo.

75 per cento di quanto imparano quando mettono in pratica quello che hanno imparato. 90 per cento di quanto imparano quando lo insegnano immediatamente a qualcun’altro o lo usano.



La ragione principale di questo è che attraverso l’insegnamento, commetti istantaneamente errori e sbagli, che obbligano il tuo cervello a concentrarsi attivamente al fine di correggerti. Ironicamente, questo è l’approccio opposto alla maggior parte delle aule tradizionali o soluzioni software disponibili, che si focalizzano sull’apprendimento passivo.


Ecco perché da Rype, non importa che metodo tu stia già utilizzando (audiocassette, Duolingo, libri o corsi), raccomandiamo che tu lavori con i nostri coach linguistici per mettere immediatamente in pratica quello che hai imparato. 


Acquisci nuove conoscenze imparando quello che non sai.

Preserva le conoscenze insegnando quello che invece sai.

Risciacqua e ripeti


6.  Alza la Posta
“Devo Ottenere X da Y O Altrimenti Farò Z.”

Perché le persone lasciano perdere le diete o studiano una lingua per un mese, fanno una pausa, e non riprendono più? Perché non c’è una sanzione, non c’è un costo. Non vieni licenziato dal tuo lavoro se abbandoni la tua dieta. In effetti, non c’è una perdita tangibile che affronterai nel futuro immediato. Quindi abbandoni.



Tuttavia, se metti qualcosa in gioco, come le proprie finanze, sarai molto più incline a mantenere i tuoi obbiettivi. Utilizzando un programma come StickK, potrai impostare un obiettivo specifico con tanto di arbitro a monitarti, e donare del denaro in beneficenza come conseguenza di un insuccesso. In questo modo, renderai anche il mondo un posto migliore portando avanti i tuoi obiettivi.



Quando si tratta di alzare la posta, le ricerche mostrano che più la scadenza è prossima, più sarà facile cominciare. Gli studi suggeriscono inoltre che è necessario avere una quantità di influsso positivo tre volte più grande di quello negativo per controbilanciarlo, fai leva dunque sulla tua avversione umana alla perdita.



Mantenere un obbiettivo, specialmente se si tratta di uno bello grande è più facile di quanto sembri. Con uno scopo ancora più grande, un gruppo di supporto, e tenacia, finirai per arrivarci. Devi solo essere persistente.



Detto questo, ripassiamo i sei modi in cui poter sviluppare della perseveranza nel raggiungimento degli obbiettivi di vita.


1.  Trova uno scopo più grande
  • Passa da un obbiettivo egoistico ad uno che aiuti le persone attorno a te
  •  Imposta una visione così chiara da poter essere visualizzata
  • Sviluppa una mentalità da leone invece di una da gazzella
2.   Circondanti di persone che ci sono riuscite
  • L’asserzione non influenza solo il nostro credo ma anche la volonta di andare avanti propria del nostro sistema biologico
  • Trova un mentore, un insegnante, una mente superiore o compagno di malefatte
3.   Sviluppa una Mentalità di Crescita
  • Una mentalità fissa richiede il successo in quanto conferma. La mentalità della crescita richiedere un progresso costante
  • Smettila di cercare di dare prova di te agli altri, e lavora sul tuo miglioramento
  • Concentrati su un progresso costante, piuttosto che su una prestazione costante
4.   Organizza il tutto
  • La persone di più grande successo fanno uso dei loro calendari per organizzarsi, non di una lista di cose da fare
  • Programma le tue priorità, invece di dare priorità al tuo programma
  • Ritagliati uno spazio di 15-30 minuti per le tue priorità, nel caso di eventi inaspettati
  • Scarica un'app calendario sul tuo smartphone per impostare le notifiche dei promemoria
5.   Insegna agli altri
  • Metti in pratica quello che hai imparato immediatamente o insegnalo agli altri per ricordare il 90 per cento di quello che hai appreso
  • Lavora con un coach o fai l’autodidatta se serve
6.   Metti qualcosa in gioco
  • Gli esseri umani sono più motivati se c’è qualcosa in gioco, specialmente se c’è il rischio di perdere qualcosa
  • Utilizza StickK o lavora con un amico o familiare per creare delle conseguenze
  • Condividi i tuoi obiettivi pubblicamente per creare una conseguenza sociale. Per molti, la propria reputazione è una posta in gioco tra le più grandi



Tornando A Te



Qual è l’obiettivo per il quale non riesci a sviluppare tenacia?

Quale di queste strategie utilizzerai per mantenere alta la tua motivazione?

Condividi nei commenti in basso, ci piacerebbe sentire la tua storia!

-----------------------------------------------------------------------

FINE ARTICOLO 

L'Angolo del traduttore #1

Come avrai probabilmente notato, nella traduzione utilizzo "obiettivo" e "obbiettivo" in maniera casuale. 

I due termini sono infatti due varianti e hanno lo stesso identico significato.

Per approfondire il caso ti invito a leggere questo articolo.

-----------------------------------------------------------------------

Per ogni eventuale domanda o considerazione sulla traduzione ti invito a lasciare un commento in lingua italiana o inglese. Buono studio e alla prossima settimana.




No comments:

Post a Comment